SI PUO’ CONSUMARE IL CIBO SCADUTO?

La vita frenetica di oggi costringe, molti di noi, a fare una grossa spesa settimanale e per evitare di rimanere con la dispensa vuota, siamo portati ad acquistare alimenti in eccedenza. Riponiamo il cibo e poi capita che, quando lo vogliamo utilizzare, ci accorgiamo che è trascorsa la data di scadenza! Cosa Fare? Che significato ha quella data??

La data di scadenza riportata sugli alimenti preconfezionati è una informazione sulla “durabilità” di quel cibo, mantenuto nelle migliori condizioni di conservazione: confezione integra, ambiente appropriato di temperatura e umidità (luogo fresco e asciutto, temperatura di refrigerazione o congelamento). Nella maggior parte dei casi, il periodo di vita del prodotto è stabilito dal produttore stesso o dal confezionatore (in caso di prodotti importati). Si intende per durata dell’alimento” il periodo che va dal momento del confezionamento a quello massimo in cui il cibo deve essere consumato. Il produttore deve definire tale periodo attraverso precisi studi effettuati grazie a ricerche di letteratura, analisi di laboratorio, esperienza pregressa, ecc. Il produttore garantisce, in questo modo, che l’alimento mantiene tutte le caratteristiche organolettiche e qualitative.

conservazione-alimenti-1-728

Sulle etichette possiamo trovare due diversi modi di indicare la data di scadenza:

  1. Da Consumarsi Preferibilmente Entro Il ……..” seguito da mese e anno “mm/aaaa”
  2. Da Consumarsi Entro …….” seguito da giorno mese e anno “gg/mm/aaaa”

Che differenza c’è tra queste due indicazioni e come possiamo comportarci in prossimità di queste date?

Il primo caso è il Termine Minimo di Conservazione (TMC). In base al Reg. CE 1169/2011, si definisce: “è la data fino alla quale il prodotto alimentare conserva le sue proprietà specifiche in adeguate condizioni di conservazione”. Tali “proprietà specifiche” sono quellle caratteristiche di gradevolezza (morbidezza, profumo, colore, croccantezza, proprietà nutrizionali, ecc.) che il produttore garantisce per tutto quel periodo se in buono stato di conservazione (integrità, temperatura, ecc.). Successivamente a tale data il prodotto può andare incontro a progressivo decadimento.

aeo-biscottiscadenza-prodotti-300x227

Il consumatore, oltre la data di TMC, deve essere attento al sapore, odore, colore, consistenza: guardare, annusare, assaggiare, prima di utilizzare l’alimento.

Tabella-scadenze

Per alcuni alimenti, non si richiede nemmeno il TMC, sono: i prodotti ortofrutticoli freschi, bevande alcoliche con un grado alcolico superiore a 10 vol., l’aceto, il sale, lo zucchero solido.

Il secondo caso è la data di scadenza tassativa “Da Consumarsi Entro gg/mm/aaaa”; in base al Reg. CE 1169/2011 va utilizzata per prodotti: “molto deperibili dal punto di vista microbiologico che potrebbero costituire, dopo un breve periodo, un pericolo immediato per la salute”.

Rientrano in questo gruppo: latte fresco, prodotti caseari, paste fresche, ecc. In etichetta devono essere riportate istruzioni per le modalità di conservazione. La legge vieta la vendita di tali prodotti il giorno dopo la scadenza.

caseari

affettati

REGOLE DI CONSERVAZIONE

COSA METTERE E DOVE…..

  1. CREDENZA: alimenti secchi (farine, legumi, pasta secca, spezie, ecc.); conserve, olio…
  2. CANTINA E DISPENSA: frutta e verdura sensibili al freddo, patate, conserve, olio. La frutta e la verdura devono essere tenute separate in quanto alcune emettono vapori etilici che accelerano il deterioramento (ad es. pomodori, mele).
  3. FRIGORIFERO: tutti gli alimenti deperibili (latte, carne, affettati, uova, ecc.), frutta e verdura non sensibili al freddo, avanzi di alimenti, ecc.

 

come-mettere-gli-alimenti-in-frigorifero

GLI SCOMPARTI DEL FRIGORIFERO:

  1. SPORTELLO E CASSETTI: 8-12°C per verdure, burro, confetture aperte
  2. RIPIANI BASSI: 2-4°C per carne e pesce freschi
  3. RIPIANI ALTI: 5-8°C per avanzi, formaggi, salumi
  4. CONGELATORE: <-18°C  per i surgelati e congelati, gelati, si conservano per mesi.

VERIFICHIAMO LA TEMPERATURA DEL NOSTRO FRIGORIFERO CON L’AIUTO DI UN TERMOMETRO A SONDA INTERNA

temperature frigo

 

PER CONCLUDERE….. SI PUO’ MANGIARE IL CIBO SCADUTO?

Articolo-sul-cibo-scaduto

IN ALCUNI CASI SI! MA FACENDO MOLTA ATTENZIONE….

La cosa migliore sarebbe poter fare la spesa frequentemente acquistando solo lo stretto indispensabile, prima di fare nuovi acquisti esaurire le scorte, fare comunque sempre attenzione allo stato di conservazione degli alimenti prima di utilizzarli.

EVITIAMO GLI SPRECHI!